NPL – Iniziamo a capirne il significato

Condividi, così aiuti chi è in difficoltà
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

NPL è l’acronimo inglese di “Non Performing Loans” tradotto letteralmente ” Crediti non performanti” cioè quei crediti derivanti, prevalentemente da Mutui ma anche da finanziamenti, i cui contraenti non sono più in grado di pagarne le rate.

Quando si contrae un finanziamento o un mutuo e non si è più in grado di pagare regolarmente le rate concordate, dopo la 3 rata generalmente avviene la messa in mora, il creditore già è in una fase di inadempienza quindi già siamo in presenza di un credito a rischio.

Dopo la sesta rata il credito è letteralmente decotto e l’istituto di credito, Banca o Finanziaria lo considera deteriorato.

Quanto il credito è deteriorato, gli istituti bancari per accordi di Basilea, cioè per accordi interbancari devono ricapitalizzare il proprio bilancio per cui preferiscono mettere insieme tutti questi crediti NPL e cederli a società specializzate che acquistano detti titoli.

Certamente l’acquisto avviene per grandi quantitativi ed ad un prezzo molto ridotto.

Dette società hanno una propria organizzazione con la quale agiscono per il recupero dopo una attenta analisi dei crediti e dei creditori stessi.

Non di rado questi crediti sono però oggetto di creazioni di fondi che vengono ricollocati sul mercato come sub prime.

Esempi di organizzazioni bancarie e non come italiane o estere dedite a queste operazioni, abbiamo Banca Ifis, Sistemia spa, Pimco, Anacap e tante altre.

Sistema Esecuzioni

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *